Tags

, ,

Mela180

(cliccare sulla foto per ingrandirla)

Piccolo elogio della solidità

Il mio corpo.
I miei occhi.
Un tronco d’albero.
Una mela su una mensola.

Poter toccare, annusare,
assaporare
poterne sentire lo spessore
– liscio, ruvido,
duro, morbido –
poter percepire
la forma, l’alone inebriante
del loro odore
l’invisibile polvere
che li assedia
l’ombra certa
che accompagna ab aeterno
la nebbia assurda
del loro mistero.

Poter sentire
la solidità del mare e del sole,
la ferrea cangiante spirale
dei colori
la forza incessante
dell’acqua, del calore,
nel caleidoscopio delle illusioni
e della realtà.

Infine, la carezza
delle piccole cose quotidiane
(impassibili soldatini
di piombo)
testimoni benevole
del nostro scivolare
impercettibile…

Lode a te, solidità,
gran teatro del mondo !

Albero180

(cliccare sulla foto per ingrandirla)

Claudia Patuzzi