001_la luna claudia 001 180

(cliccare sull’immagine per ingrandirla)

Dove hanno messo la luna ?

– Che hai? Ti senti male? Che stai guardando fuori della finestra? È notte…
– Niente d’importante… Te ne sei accorta ?
– Di che ?
– Ho sognato che la Luna s’incastrava tra i due palazzi di fronte…
– Quale Luna ?
– Come “quale Luna”,quella che sta in cielo !
– E allora?
– Non capisci ?
– Capisco solo che stai invecchiando e vaneggi… Io devo sparecchiare la tavola e tu hai dimenticato di prendere
Il gerontovital e la pasticca contro i tuoi incubi…
– È vero… ecco, le ho prese, vedi come sono bravo ?
– Non sei bravo, sei rincitrullito !
– Rincitrullito o no, stanotte la luna non c’era ! Il cielo era vuoto !
– Forse c’è la luna nuova, forse ti sei sbagliato !
– Ho letto il calendario lunare appeso in cucina, oggi deve esserci la luna piena !
– Ma che te ne importa ?
– Mi importa molto, affacciati !
– Dove ? Tu sei matto, tra poco è giorno. (La donna apre la finestra di malumore). Invece di lasciarmi dormire, mi fai fare delle cose inutili, non fai altro che peggiorare…

002_la luna claudia 002 180

(cliccare sull’immagine per ingrandirla)

– Guarda !
– Cosa ?
– Davanti a te, in quello spazio stretto tra le due case enormi,di fronte.
– E allora ?
– La luna a quest’ora deve essere là, è sempre stata là in quello spicchio di cielo…
– Be’ adesso non c’è, si vede che si è spostata.
– Ma la luna non può spostarsi dove gli pare…, è impossibile.
Senza la luna manca la poesia ! Guarda : la luna si è incastrata nel fondo, tra le due case ! Ecco perché il cielo era vuoto…
– ma dimmi un pò una cosa : ma che ti importa, vecchio e brutto come sei di queste stupidaggini ! Tu vaneggi ! (Chiude la finestra e apre la televisione )
Il marito si nasconde la faccia e si siede sul divano, poi alza la testa, gli occhi lucidi..
– (sussurrando) Senza la luna il cielo sarà sempre buio, anche se ci saranno le stelle… è la poesia che fine farà ?
– Uffa, se vuoi ti faccio un caffè.
– Un caffè a quest’ora ?
– E chi dorme più ormai ?

003_la luna claudia 003 180

(cliccare sull’immagine per ingrandirla)

Claudia Patuzzi

P.S. La poesia e il mondo d’oggi non vanno d’accordo !